UNO SGUARDO RIVOLTO AGLI STUDENTI LAVORATORI E A QUELLI IN DIFFICOLTÀ4 min read

Riccardo Colangeli e Cecilia Ferretti | 31-01-2017 | Politica universitaria - UNIVERSITÀ

immagine UNO SGUARDO RIVOLTO AGLI STUDENTI LAVORATORI E A QUELLI IN DIFFICOLTÀ4 min read

La prima seduta del 2017 del Consiglio degli Studenti, svoltasi lo scorso 27 gennaio in Sala Dessau, non ha visto le discussioni accese e dai toni polemici che hanno caratterizzato altri incontri dell’organo.

La riunione è stata aperta da un minuto di commosso raccoglimento in memoria delle vittime della slavina che ha travolto l’Hotel Rigopiano (PE) in occasione del recente sisma che ha colpito il Centro Italia, tra cui l’ex rappresentante degli studenti Alessandro Riccetti, ai cari del quale vanno i nostri pensieri e le nostre più sincere condoglianze.

A risollevare il clima in sala Dessau è stato il vivace intervento della Dottoressa Angeletti, docente di Endocrinologia presso il nostro Ateneo fino al 2014, la quale ha presentato “Andro Giovani’’, un nuovo servizio ambulatoriale di andrologia attivato dall’Università di Perugia a disposizione della popolazione studentesca (per ulteriori informazioni rimandiamo al recente articolo del nostro giornale http://lalocomotivaonline.com/?p=1639).
Ospite del Consiglio è stato anche il Dottor Matteo Tassi, Responsabile dell’Area Offerta Formativa e Servizi agli Studenti, che ha illustrato alcune novità amministrative riguardanti gli uffici aperti al pubblico e le piattaforme informatiche, invitando i membri dell’organo a una progettazione congiunta di eventuali migliorie per ottimizzare le risorse a disposizione degli studenti.

PRESENTAZIONE DEL MODELLO ISEE
Protagonista della riunione è stato il Regolamento Procedure Termini e Tasse, normativa che regola tutti gli aspetti concernenti le modalità d’iscrizione e di pagamento dei contributi annuali all’università. I consiglieri UdU nella figura del Capogruppo Pietro Orfei hanno presentato due mozioni, entrambe approvate all’unanimità, con oggetto l’una la presentazione tardiva dell’attestazione ISEE, l’altra le nuove agevolazioni per studenti a tempo pieno in condizioni di necessità.
La prima mozione citata prevede la possibilità di presentare tardivamente per gravi e giustificati motivi il modello ISEE, con le stesse modalità con cui attualmente è concesso iscriversi all’anno accademico oltre i termini previsti, previo pagamento di una mora progressiva di 70 € se consegnato entro il 31 dicembre e si 200 € dal 1° gennaio al 31 maggio. Questa modifica al regolamento viene incontro ai molti che per improvvisi accadimenti, come calamità naturali e malattie, sono impossibilitati a presentare la certificazione congiuntamente all’iscrizione. La seconda modifica va a toccare l’articolo 57 del Regolamento, che disciplina i supporti agli studenti in condizione di necessità. Attualmente la normativa di Ateneo prevede già la presentazione dell’ISEE corrente nel corso dell’anno accademico qualora un componente del nucleo familiare entri in stato di disoccupazione o di cassa integrazione, consentendo il ricalcolo delle tasse dovute all’Università. Essendo molte e variegate le circostanze che possono portare a una sensibile alterazione della situazione economica di una famiglia, questa mozione del gruppo consiliare UdU va a tutelare una più vasta porzione di studenti in improvvisa difficoltà.

STUDENTI LAVORATORI
Un terzo emendamento al Regolamento è incluso nella mozione presentata congiuntamente da tutti i membri del consiglio sullo statuto d’immatricolazione degli studenti iscritti a tempo parziale. Questa mozione è il frutto della commissione ‘’studenti lavoratori’’ che ha coinvolto anche i rappresentanti in Senato Accademico e Consiglio di Amministrazione. Le proposte del Consiglio per agevolare coloro che s’iscrivono all’Università non a tempo pieno riguardano l’estensione a motivi di salute, sportivi e artistici tra le condizioni per risultare studente iscritto “a tempo parziale’’; inoltre questo status sarà valido nell’accesso a tutti i corsi di studio, fatta eccezione per il Dottorato e le Scuole di Specializzazione. Un servizio che venga incontro a questa particolare categoria di studenti è anche l’attivazione di corsi serali di inglese B1 e B2 presso il Centro Linguistico di Ateneo. Si fa presente che tale mozione dovrà essere validata dagli organi maggiori di Ateneo, e sarà nostra premura aggiornarvi sulle sorti di questa proposta.

REGISTRI PUBBLICI DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE
Ultimo argomento all’ordine del giorno della seduta è stato una mozione presentata da Alessandro Marchesi (Student’s Office), richiedente un adeguamento al Regolamento didattico di Ateneo che consenta la creazione nei portali del web dipartimentali di registri pubblici delle attività svolte settimanalmente nelle aule. Questa mozione ha suscitato perplessità all’interno dell’organo, esposte da Francesco Baffa (Gruppo misto) e Pietro Orfei (UdU), i quali hanno sottolineato come le istanze presentate da Marchesi potessero trovare uno spazio più adatto nei Consigli di Dipartimento e Commissioni paritetiche, così da affrontare la mancata adeguazione al Regolamento didattico in modo puntuale e capillare. La mozione è stata dunque emendata e approvata all’unanimità. Ciò che esce dal Consiglio degli Studenti è la sentita necessità che siano pubblicati non solo dei registri delle attività ma anche i programmi aggiornati degli insegnamenti.

A fronte delle dimissioni di Valentina Procacci (IdM) è stata nominata Segretario Cecilia Bizzarri (IdM) su indicazione di Alessandro Luzi (IdM).


Riccardo Colangeli e Cecilia Ferretti

Descrizione non presente.