TRA LOTTA E MEMORIA: IL TERZO CONGRESSO DELLANPI STUDENTESCA3 min read

Amministratore | 27-02-2016 | Locale

di Daniele Papasso – foto di Lorenzo Foggetti

Venerdì 26 febbraio si è tenuto a Perugia il III Congresso della Sezione Studentesca locale dellAssociazione Nazionale Partigiani dItalia.

Questa realtà, presente sul territorio dal 2012, ha visto crescere con continuità il suo seguito tra gli studenti delle scuole e delluniversità della città. La partecipazione a numerosi dibattiti ed assemblee studentesche, lorganizzazione di appuntamenti pubblici come il pranzo sociale in piazza Morlacchi del 25 aprile, in occasione della Festa della Liberazione, oppure gli eventi di approfondimento per la Giornata della Memoria del 27 gennaio, in collaborazione con altre associazioni, come la Sinistra Universitaria – UdU, la Rete degli Studenti Medi e lOmphalos Arcigay, hanno rappresentato rilevanti momenti di confronto con la popolazione giovanile per riaffermare i valori dellantifascismo, della democrazia e della libertà.

Come ricordato dal presidente uscente, Tancredi Marini, i nuovi fascismi che vediamo ed incontriamo fanno sempre leva sulla debolezza dell’ignoranza e sulla mancata coscienza di quello che poco più di settanta anni fa ha distrutto e messo in ginocchio l’Italia e che ha smosso invece l’animo di tanti giovani che hanno compreso e detto no, che si sono ribellati”.

Francesco Berrettini, garante del comitato provinciale ANPI di Perugia, dopo essersi complimentato per la cospicua partecipazione di ragazze e ragazzi al congresso, ha voluto sottolineare come sia necessaria unopera costante di sensibilizzazione nellottica di un rinnovamento della memoria storica scaturita dalla drammatica lezione storica del secolo scorso, per evitare che prevalgano forme di violenza. Lo svilimento del ruolo della donna, ancora troppo spesso considerata come una disponibilità materiale delluomo, così come la sottrazione della dignità umana perpetrata nei confronti dei migranti, non sono altro che forme di sessismo e razzismo, ovvero striscianti e malcelate riproposizioni dellideologia fascista che mira a sovvertire i principi egalitari e di giustizia sociale conquistati dalla lotta partigiana.

 

Da sinistra: Francesco Innamorati, Francesco Berrettini e Tancredi Marini

Proprio uno dei protagonisti di quellepoca di riscatto nazionale era presente al congresso, illustre testimone vivente della Resistenza. Con un discorso lucido ed avvincente, lavvocato Francesco Innamorati, novantadue anni, nel 43 giovane partigiano comunista, ha riportato la sua vicenda a Perugia durante loccupazione nazi-fascista. Interessante soprattutto il ricordo dei suoi due fratelli che, nei giorni successivi al 25 luglio, decisero di aderire alla Repubblica Sociale di Salò: “Erano giovani come me, con i quali avevo condiviso la stessa educazione familiare, ma che avevano scelto una via del tutto opposta”. Eppure, allindomani della Liberazione, compresero come la scelta di appoggiare il regime fascista era stata del tutto errata. Questo ravvedimento non fu frutto “della condanna e del disprezzo, ma fu la concretezza, politica e culturale, delle risposte alle domande che lesperienza fascista fallita poneva ai miei due fratelli che li convinse degli errori passati”.
Unimportante lezione della verità storica che si impone da sé, con le sue ragioni e le evidenze, troppo spesso mistificate da distorsioni malevole e parziali, da cui noi giovani non possiamo prescindere nellimpegno contro le nuove-vecchie forme di fascismo che si riaffacciano nella quotidianità”, come evidenziato dalla relazione di Tancredi Marini.

Matilde Tei, neopresidente della Sezione Studentesca ANPI

Infine sono stati scelti, con voto unanime degli iscritti, i membri del nuovo comitato di direzione. La nuova presidente sarà Matilde Tei, vicepresidente Costanza Gagliesi, segretario Carlo Bortolo, responsabile organizzativo Leonardo Simonacci, responsabile del Forum dei Giovani Antonio Del Cogliano. Del collegio dei revisori, invece, faranno parte Tancredi Marini, Luigi Chiapparino e Costanza Spera.

Il neoeletto Comitato Direttivo


Amministratore

Descrizione non presente.