TASSE, TAXI ED ALTRO ANCORA4 min read

Amministratore | 29-05-2016 | UNIVERSITÀ

Resoconto del CdS del 25 maggio

di Pier Luca Cantoni

Ultima riunione degli organi prima della calura estiva. Solo due gli assenti.

Il CdS nomina Martina Carlini (UdU) come rappresentante degli studenti per il Consiglio del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici e la presidente informa dell’ingresso, per quanto riguarda gli eletti in lista UdU, di Annalisa Battistelli al posto del consigliere uscente Federico Alunni (entrambi del Dipartimento di Matematica ed Informatica) nell’organo.

No alla mensa più cara per gli specializzandi in Medicina
Viene affrontata in prima istanza la questione del regolamento della mensa aziendale di medicina. Interviene Pierfrancesco Balducci (specializzando) che – parlando a nome dei suoi colleghi – riferisce di una discriminazione per la propria categoria in merito alle tariffe d’accesso alla mensa aziendale rispetto a quelle applicate per i medici strutturati. Viene approvata una mozione della Sinistra Universitaria affinché venga revisionato il regolamento della mensa.

Due mozioni di Idee in Movimento: convenzione con Taxi Perugia
Per sopperire ad un supposto svantaggio nella valutazione degli studenti al primo anno dei corsi di laurea magistrale per quanto riguarda l’accesso al bando di selezione per lo svolgimento di collaborazione da parte degli studenti ad attività connesse ai servizi resi dallUniversità di Perugia (tra cui le 150 ore), determinato dal calcolo di media, voto di laurea, rapporto tra CFU ottenuti e previsti nel piano di studi, Valentina Procacci (Identità Universitaria) presenta una mozione a nome del gruppo Idee in Movimento. Biscarini (UdU) fa notare come una proposta di modifica fosse stata già approvata allunanimità nella precedente consiliatura del CdS, benché ancora non attuata dallUniPG, proponendo quindi di ritirare la mozione.
Dopo un breve confronto tra i membri dei gruppi, si è scelto di ritirare la mozione e di rimandare alla prossima seduta la discussione sul tema affinché si giunga ad una soluzione condivisa.

Sempre IdM presenta poi un’altra mozione inerente l’attivazione di una convenzione con Taxi Perugia, per rendere più economico l’utilizzo del taxi agli studenti eventualmente interessati. L’UdU risponde, per bocca del proprio capogruppo, sostenendo che la proposta del gruppo di minoranza sia limitata a pochi soggetti contrariamente alla proposta della Sinistra Universitaria per quanto riguarda la mobilità notturna. Biscarini (UdU) specifica comunque come il suo gruppo sia favorevole alla mozione in sé, sempreché non sia posta in essere come alternativa alla già presente proposta di mobilità notturna e che non chieda alcun contributo pubblico per la sua realizzazione. La mozione viene approvata all’unanimità.

Sovrattassa fuori corso: si cerca una soluzione
Sul tema dell’aggravio delle tasse per gli studenti fuori corso, l’UdU presenta una mozione proponendo di eliminare la quota fissa (come anche da noi suggerito). Luzi (IdM) propone almeno una rimodulazione della tassazione fissa e chiede chiarimenti sulle modalità di rivisitazione al fine di scongiurare il rischio che con tale rimodulazione non si pervenga ad una effettiva riduzione delle tasse.
Il capogruppo UdU Biscarini rimanda le specifiche tecniche all’apposito Tavolo, chiarendo che verrà chiesto il mantenimento della sola parte progressiva, ossia la maggiorazione del 5% dal secondo anno fuori corso e del 10% oltre il 3° anno f.c.

Potenziamento del servizio SOL
Falistocco (Udu) presenta una mozione affinché, col nuovo software previsto per il servizio SOL, alla chiusura delle prenotazioni venga indicato lorario in cui si dovrà sostenere lesame, evitando inutili attese. Numerose critiche si levano dai gruppi della minoranza (Idm, NU, SO) e, al termine della discussione, Cesarini (IdM) chiede che la proposta venga emendata affinché non venga dato un parere preciso circa le modalità.
Il gruppo consiliare della Sinistra Universitaria non ritiene di dover emendare la mozione, di conseguenza i gruppi IdM, NU, Adorisio (misto – SO) dichiarano di votare contrari.
La mozione è approvata con 14 voti favorevoli, 10 contrari, astenuto Filippi di Libera-mente (Terni).

Bedini (UdU) propone di inserire la lingua inglese nel SOL e altre modifiche atte a facilitare gli studenti in Erasmus oltre che di decurtare i rimborsi degli esoneri per merito dalla III e IV rata delle tasse invece che provvedere con un accredito successivo. La mozione passa all’unanimità.

Infine, Biscarini (UdU) propone infine che venga data possibilità ai consiglieri degli studenti in Erasmus di poter partecipare e votare alle assemblee in maniera telematica.

Con questa apertura internazionalista si chiude la seduta del CdS. La prossima è prevista per giugno.

 

Riproduzione riservata ©


Amministratore

Descrizione non presente.