Subito al lavoro il neo-eletto Consiglio degli Studenti2 min read

Simone Emili | 23-01-2018 | Politica universitaria - UNIVERSITÀ

immagine Subito al lavoro il neo-eletto Consiglio degli Studenti2 min read

Il 16 Gennaio si è tenuta la seconda seduta del Consiglio degli Studenti nella sua nuova composizione in Sala Dessau presso il Rettorato, la prima dopo l’elezione a presidente di Alessandro Biscarini (UDU). L’adunanza si è aperta con la costituzione dei vari gruppi consiliari e i relativi capigruppo (UDU: Francesco Micillo; Student’s Office: Marco Zarifkar; Idee in Movimento: Edoardo Gentili, Andrea Mazzatinti (AU), Michelangelo Cardinaletti (Caffè Universitario-Siamo Ateneo)). Si è poi passati alla designazione dei rappresentanti degli studenti nelle varie commissioni. Al consiglio del Centro Servizi Bibliotecario sono stati eletti Caterina Juhasz (UDU) e Michelangelo Cardinaletti (Caffè Universitario), al Consiglio del Centro Linguistico dell’Ateneo Marike Moscioni (UDU) e Alberto Marino (Student Office), al Comitato per lo Sport Universitario Giuseppe Sasso (Siamo Ateneo) ed Eleonora Ambrogi (IdM), al Presidio della qualità Pietro Valigi (UDU), alla Commisione per il dritto alla studio per studenti con disabilità e/o DSA Giorgio Carrese (UDU) e Alessandro Gallea (IdM), al Centro d’Ateneo per i Musei Scientifici Darin Da Silva (UDU). Le votazioni sono state accettate all’unanimità senza discussioni in merito alle candidature.

I lavori sono proseguiti con una mozione presentata dal capogruppo dell’UDU Micillo, in cui chiedeva al Consiglio di formulare una richiesta all’Università per riaprire il dialogo con le amministrazioni comunali di Assisi, Foligno e Narni per aumento di spazi di studio e autogestione e un miglioramento di quelle già esistenti. La mozione presentata ha dato origine a un dibattito in cui hanno preso parola i vari gruppi consiliari, con la richiesta da parte delle associazioni Idee in Movimento e Student’s Office di istituire un tavolo tecnico con il delegato per i servizi agli studenti prof. Federico Rossi. La mozione così emendata è stata approvata all’unanimità.

L’associazione UDU ha poi presentato una mozione in merito alla modifica dell’articolo 24 del Regolamento di contribuzione studentesca relativo ai c.d. “Percorsi di eccellenza” per eliminare il riferimento agli immatricolati successivi all’a.a. 2015/2016, quindi per allargare l’accesso ai percorsi di eccellenza anche agli immatricolati nell’a.a 2015/2016, attualmente esclusi da questa possibilità. La mozione è stata approvata all’unanimità.

Ultimo punto all’ordine del giorno sempre su iniziativa dell’UDU, per la richiesta di un maggiore impegno dell’Università nel promuovere e facilitare la pratica della raccolta differenziata. L’UDU ha chiesto che si fornissero ai vari dipartimenti i contenitori per la raccolta, ove questi non fossero presenti, e di individuare una figura interna che potesse supervisionare che questo fosse effettivamente realizzato. Edoardo Gentili di Idee in Movimento ha proposto di emendare la mozione chiedendo che l’Università portasse avanti una campagna di sensibilizzazione sul tema verso gli studenti e non verso i Dipartimenti. L’emendamento, scritto insieme da Udu e Idee in Movimento, è stato approvato all’unanimità dal Consiglio come la stessa mozione.

La seduta, nel complesso tranquilla con spirito di collaborazione su temi subito importanti come gli spazi di studio e aggregativi, è terminata con il mandato al Presidente Biscarini di proseguirne gli iter di realizzazione interfacciandosi con l’Amministrazione e i Delegati del Rettore. Noi della Locomotiva saremo sempre qua a raccontarvi quello che succederà. Alla prossima.


Simone Emili

Descrizione non presente.