Spazi dedicati agli studenti: qui si vive la vera Università2 min read

Amministratore | 31-05-2015 | Politica universitaria - UNIVERSITÀ

  

Gli spazi dedicati agli studenti non sempre sono simbolo di ordine e pulizia, tanto meno di una creatività che possa essere riconosciuta come positiva. Uno degli esempi reali di questo pensiero sono le mura di ogni sede universitaria, le quali subiscono spesso opere di vandalismo spacciato per politico ma che, proprio perché si vanno a danneggiare spazi pubblici di tutti, di politico hanno ben poco.
È il caso ultimo dellaula autogestita degli studenti dellUnipg, appartenente al progetto SASA dellAteneo Perugino, il quale, su spinta del Consiglio degli Studenti, ha offerto alla comunità studentesca un luogo dover poter studiare ben oltre gli orari ordinari delle strutture, e anche nei weekend. Lesterno dellaula in questione è stata imbrattata con varie frasi di accusa al leader della Lega Nord Matteo Salvini in occasione del suo passaggio in città e con la frase finale, sopra tutte: “Questa aula non è autogestita”, direttamente provocatoria, anche se ne si ignorano i motivi.
Dopo poche settimane, però, gli studenti decidono di organizzarsi per sistemare questo danno. Con il coinvolgimento di uno studente dellAccademia di Belle Arti, Matteo Mariotti, si è passati sabato 30 maggio al coprire quelle scritte con una passata di vernice bianca, il tutto ovviamente in forma completamente gratuita e volontaria.
Dopo la passata di bianco la decisione presa è quella di riempire quello spazio con unopera che possa simboleggiare lUniversità degli Studi e la città di Perugia. Lidea è quella di occupare un muro apparentemente neutro con un qualcosa di pienamente condiviso da tutti gli studenti, poiché al di là delle divisioni politiche, gli studenti vogliono essere fieri della propria Università e di quello che fanno ogni giorno, ovvero impegnarsi a studiare e dedicarsi alle proprie passioni.

Questo stesso sentimento di appartenenza ad uno spazio su cui poter lasciare un segno positivo, qualcosa che possa durare nel tempo e rendere vissuto anche lambiente più morto è solo un esempio di ciò che dovrebbe davvero essere lUniversità e tutti gli ambienti di studio universitario. Gli studenti non si limitano più ad essere meri utenti, ma sono soprattutto protagonisti di un percorso che si articola nei luoghi di studio, dibattito, confronto e anche aggregazione sociale. Esperimenti del genere dovrebbero essere riproposti in ogni luogo dellUniversità in cui se ne sente il bisogno, ma non per capriccio di chi desidera cambiare lordinario, ma di chi sente che lUniversità, in quanto luogo di sapere critico, non può limitarsi ad una dimensione di ufficio.
Lasciare maggior spazio alle iniziative degli studenti, coinvolgerli nelle decisioni che li riguardano e pretendere che loro stessi si facciano promotori del miglioramento dellUniversità dovrebbe essere il mantra in ogni Paese di ogni sede universitaria.
Questo, ovviamente, ne è solo un piccolo esempio, seppur significativo.

Infine concludo informando che alla domanda sulla durata del lavoro per completare il murales, lartista risponde che non ci vorrà più di un pomeriggio e che ci si dedicherà la prossima settimana a partire dal ponte della Festa della Repubblica.


Amministratore

Descrizione non presente.