SOLE, CALDO, ESAMI E CDS

Riccardo Colangeli | 07-07-2017 | Attualità - Locale - Politica universitaria - UNIVERSITÀ

immagine SOLE, CALDO, ESAMI E CDS

In un periodo in cui il popolo universitario si ritrova immerso in uno studio “matto e disperatissimo”e con una temperatura esterna di almeno 33°, i prodi consiglieri guidati dalla Presidente Domina, e seguiti da chi scrive, si sono ritrovati in sala Dessau per una nuova seduta del Consiglio degli Studenti (convocata il 3 Luglio).

Ospite del Consiglio è stato il prof.Riccardo Casadei, appartenente al Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l’ Educazione sanitaria. Quest’ultimo ha ribadito l’importanza del progetto “Perugia, Università Promotrice di Salute” che ha come compito principale quello di trasformare l’ Università in uno spazio di istruzione superiore in cui gli studenti possano sperimentare processi di empowerment ed accrescere le proprie competenze nonché aumentare il controllo sulla propria salute. Progetto che ha dato vita al Festival della Salute svoltosi ad Aprile 2017, per maggiori informazioni si rimanda a questo articolo: http://lalocomotivaonline.com/festival-della-salute-per-ununiversita-promotrice-di-salute/.

Congedato il professore si è passato a discutere del Regolamento degli Studenti. Il capogruppo UdU Rrapaj ha proposto delle modifiche al suddetto regolamento in merito alla possibilità di chiedere un sospensione della carriera accademica anche nel caso si fosse gravemente malati o per altri, seri, motivi personali. Inoltre si auspica l’ eliminazione della tassa di 50€ alle studentesse che sospendo gli studi dopo la nascita di un figlio. Modifiche approvate da tutto il consiglio che ha dunque espresso parere favorevole.

Successivamente si sono analizzate due mozioni presentate rispettivamente da Bernardini (UdU) e Paciotti (UdU). La prima richiedeva l’ attivazione di un servizio di distributori di prodotti di cancelleria ecologici, dislocati in punti strategici dell’ l’Ateneo tra cui al polo di Monteluce, Ingegneria,Medicina, Lettere e nei pressi della zona universitari di Elce. La seconda, invece, riguardava la creazione e incremento di singoli insegnamenti in lingua inglese dentro tutti i corsi di studio ( con particolare attenzione verso i corsi ad indirizzo internazionale), ampliando, se necessario, anche il materiale didattico e l’assistenza durante le lezioni.
Nel pieno stile di questa seduta le mozioni sono state discusse in un aula molto tranquilla, i vari consiglieri di Idee in Movimento si sono limitati a domandare dei chiarimenti, in merito alle due proposte, del tutto legittimi e sensati. Biancalana (IdM) ha fatto notare come serve una collaborazione anche da parte dei professori quando si parla di internazionalizzazione , in quanto,molto spesso, sono propri quest’ultimi ad opporsi agli insegnamenti in lingua inglese.

Di nuovo Rrapaj (UdU) ha preso la parola per presentare la nota informativa relativa all’ istituzione di alcuni laboratori aperti a tutti gli studenti, in maniera gratuita o quanto meno a basso costo, di attività come la fotografia o il teatro con la collaborazione della Accademia delle Belle Arti di Perugia.

Una nota di colore è stata offerta sul finale dal discorso di addio del consigliere Biancalana (IdM) ,che ha annunciato le proprie dimissione per motivi lavorativi.

“Addio amici addio, noi ci dobbiamo lasciare…” e con questi versi tratti dall’ intramontabile show “Bear nella casa blu”, vi salutiamo. Ci vediamo a settembre con nuovi ed entusiasmanti resoconti.

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppTelegramPocket

Riccardo Colangeli

Riccardo Colangeli

Entra in redazione nel 2017 come co-responabile Politica Universitaria per poi diventare caporedattore. Spoletino DOC, è studente di Scienze Politiche. Appassionato a qualsiasi tipo di sport (arbitro di calcio nonché di pallavolo), ha molto a cuore tutto ciò che possa riguardare la propria città natale.