Le malattie rare raccontate attraverso l’occhio della cinepresa1 min read

Amministratore | 29-02-2016 | Cultura - Locomocinema

di Virginia Mackowski

“Uno sguardo raro” è la prima rassegna cinematografica italiana dedicata al tema delle malattie rare. In programmazione, sette cortometraggi che saranno proiettati alla Sala del Cinema di Roma il 29 febbraio, in coincidenza con la nona edizione della Giornata delle Malattie Rare, istituita a livello internazionale da EURORDIS (European Organization for Rare Desease). L’evento va dunque ad arricchire un appuntamento importante e consolidato per il mondo delle malattie rare, diventando un’ulteriore occasione di divulgazione e non solo. La proiezione sul grande schermo sarà infatti un’ulteriore canale d’informazione per far conoscere la condizione di vita di chi soffre di patologie poco diffuse, come la Sclerosi tuberosa, la Febbre mediterranea familiare, il morbo di Wilson, la sindrome di Sjorgen, la sindrome di Guillain Barré, l’ Iperfenilalaninemia, che rischiano di rimanere una realtà nota ai soli malati, familiari e specialisti addetti ai lavori. Ma soprattutto, la rassegna è stata pensata per promuovere e dare inizio ad un incontro tra il mondo del cinema, con i suoi particolari registri comunicativi, e il mondo delle malattie rare, realtà umana e sociale difficile da raccontare.

L’evento nasce su iniziativa di Claudia Crisafio, attrice e autrice che ha contribuito a questo incontro con il cortometraggio “Io sono qui”, presente in rassegna, e di UNIAMO (Federazione Italiana delle Malattie Rare), con la partecipazione di associazioni e scuole di cinema, di clinici e ricercatori.

L’appuntamento è nella Sala Kodak, dalle 18.00 alle 21.00, dove verranno proiettati i sette corti in rassegna, dopo la presentazione dell’evento e gli interventi dei rappresentati degli enti patrocinanti.

Per informazioni più dettagliate, è disponibile il sito ufficiale della rassegna (http://www.unosguardoraro.org/).


Amministratore

Descrizione non presente.