Le cronache di Narni3 min read

Amministratore | 23-11-2015 | UNIVERSITÀ

Questa è una storia di non tanto tempo fa, non certo di quando vostro nonno era ancora bambino, ed è molto importante perché fa vedere come siano cominciati i va e vieni dalla terra di Narni. Per chi non lo sapesse, in questo borgo umbro di nemmeno 20000 anime esiste, sin dal 2006, il Corso di Laurea in Scienze per lInvestigazione e la Sicurezza, facente parte del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione dellUniversità di Perugia. In questa sede è presente da sempre ununica associazione studentesca, denominata “Narni Universitaria”. Forte del suo monopolio elettorale pluriennale, detta associazione pare aver dimenticato il bon ton del convivere democratico, dando luogo ad episodi di intolleranza nei confronti di chi ha lardire di concorrere in vista della prossima scadenza elettorale.

I fatti
Il 12 novembre 2015, la Sinistra Universitaria – Unione degli Universitari si è presentata per la prima volta per presentarsi in quel di Narni. Sarebbe dovuto essere un banale quarto dora accademico durante il quale gli studenti del primo anno sarebbero stati portati a conoscenza del fatto che non vige lobbligo di voto per una sola lista, bensì che, da questa tornata elettorale, sarà garantiti un minimo di pluralismo e la possibilità di scegliere da chi essere rappresentati, così come, daltronde, accade in qualsiasi altro Corso di Laurea dellAteneo. In passato, la stessa storica lista “Narni Universitaria” aveva legittimamente sfruttato lo stesso quarto dora accademico nella stessa aula allo stesso scopo. Nulla avrebbe lasciato presagire ciò che sarebbe successo di lì a pochi minuti.

La contestazione
Dopo qualche minuto dallinizio della presentazione del programma e dei candidati, dalle fila degli studenti, nonostante la presenza di molti interessati, è giunta una pioggia di urla ed insulti da parte di un nutrito gruppo di esponenti proprio della lista “Narni Universitaria”, costringendo la sospensione dellincontro. A detta di Giuseppe Cossalter, responsabile locale UdU, “la stessa presenza di altri ragazzi interessati a dar vita ad un progetto alternativo a quello esistente. Qui gli studenti erano in qualche modo convinti, fin dallimmatricolazione, a credere di essere costretti a votare per coloro che, a parole, avrebbero fatto i loro interessi, ma che a livello di fatti poco hanno concluso“. Aggiunge ancora “Mi sono convinto a scendere in campo, candidandomi sia nel Consiglio degli Studenti che nel Consiglio di Dipartimento, solo dopo aver letto tutti i verbali dellultimo anno e mezzo di mandato, rendendomi conto dello scarso impegno dei rappresentanti uscenti. Non esiste, dati alla mano, alcuna mozione, o comunque intervento significativo, inerente il nostro Corso di Laurea. Narni è stata abbandonata a se stessa, i suoi rappresentanti hanno fatto solo presenza e nemmeno troppa. Non è facile per una matricola trovare la motivazione e gli strumenti giusti per migliorare una realtà da molto tempo in secondo piano, ma, grazie allaiuto ed allesperienza dei ragazzi dellUdU di Perugia, cercheremo anche qui di stare davvero dalla parte degli studenti, per capire quali siano effettivamente le problematiche e per trovarvi soluzioni efficaci. Le critiche saranno sempre ben accette, non di certo le offese gratuite e la maleducazione: quelle è meglio lasciarle a casa”.

Il caso continua
Un altro episodio di ostacolamento alla partecipazione democratica è accaduto pochi giorni fa: Giuseppe è stato bannato, ossia escluso, dallunico gruppo Facebook dedicato alle matricole del suo Corso di Laurea. Come tanti altri relativi ad altri CdL, quel gruppo è di fondamentale importanza per lo scambio di informazioni e scambio di materiale didattico. In seguito a reiterate richieste di chiarimenti, gli amministratori hanno cercato di giustificarsi affermando che si tratta di un gruppo esclusivo della lista “Narni Universitaria”, cosa che non era affatto specificata nella descrizione iniziale dello stesso. Questa “epurazione” conferma ancora la natura intollerante e sgradevole dei protagonisti (in negativo) di tutta questa vicenda.


Amministratore

Descrizione non presente.