La mia esperienza Erasmus3 min read

Alba Alonso Isabel | 09-02-2017 | Politica universitaria - UNIVERSITÀ

immagine La mia esperienza Erasmus3 min read

Salve a tutti, mi chiamo Alba Alonso Isabel e sono di Madrid.
La mia Università è la “Universidad Rey Juan Carlos” con sede in Vicálvaro.
Vivere l’esperienza Erasmus è sempre stato il mio sogno e dopo tutta la burocrazia ho potuto scegliere la città.
Avendo un caro amico a Roma sarei voluta andare lì , ma lui me l’ ha sconsigliata per gli affitti troppo cari, ed in generale il costo della vita; mi ha invece raccomandato Perugia.
Lui mi ha raccontato cose meravigliose su questa antica città universitaria, quindi ho deciso di venire qui.
Mi ha colpito come questa città sia stata in grado di darmi tanto in così poco tempo.
Io ero abituata a Madrid, una grandissima città dove nessuno ti conosce, dove puoi fare una passeggiata di cinque ore e non trovare nessuno che conosci, dove per andare all’Università, al cinema , in centro, dovevo sempre prendere la metro, il treno, l’autobus o la macchina.
Sono arrivata a Perugia il nove settembre e da questo momento ho iniziato a cambiare, mi sono sentita più libera, più gioiosa ed orgogliosa.
Non é stato facile all’inizio, perché quasi tutti noi Erasmus facciamo questo viaggio senza sapere cosa ci aspetta, senza conoscere nessuno, senza troppi soldi e quando arriviamo da soli, dobbiamo cercare un’appartamento, i coinquilini, capire dove si trova il supermercato, in che locali si va, quali sono i luoghi più pericolosi e come possiamo risparmiare il massimo per avere un po’ di soldi per viaggiare.
Io sono stata veramente fortunata, le mie coinquiline erano due ragazze, le migliori possibili.
Noi abitavamo in via Cartolari, vicino a Piazza IV Novembre e quando siamo arrivate abbiamo fatto un giro insieme per conoscere i negozi, capire dove si trovano i dipartimenti di Farmacia, Economia e Science Politiche.
Eravamo due spagnole e una greca. Dal primo momento abbiamo deciso di parlare tutto il tempo italiano tra noi tre per imparare così il più possibile ed anche per avere una buona relazione con la ragazza greca che non sapeva nulla di spagnolo.
Abbiamo anche trovato amici italiani che ci hanno aiutate tanto con i riassunti di anni precedenti, e con la traduzione di parole e modi di dire non presenti sul dizionario. Soprattutto mi piacerebbe ringraziare il dottor Andrea Runfola (professore di Economia e Gestione Delle Imprese) che ci ha aiutato sempre a lezione a capire il significato di tutti i concetti; all’esame, benché avessimo studiato un libro di seicento pagine, ha capito che il nostro vocabolario non era ancora perfetto, ma tentava pazientemente di capirci.
Sono molto fortunata perché ho viaggiato tantissimo, ho visitato Lucca, Pisa, Genova, Cinque Terre, Spoleto, Spello, Foligno, Arezzo, Terni, Trevi, Todi, Assisi, Orvieto, Bologna,Venezia, il Lago Trasimeno, Napoli, Pompei, Salerno, Roma, Firenze, Siena ed ovviamente PERUGIA!!
Grazie a questa esperienza ho perso la paura di essere sola e sono molto più tranquilla. Anche il mio livello d’italiano è cresciuto e sto cominciando ad amare sempre di più l’Italia, la sua gente, la sua amabilità, il paesaggio e l’accento.
Sono ingrassata un po’ per la pizza ed ho capito che non è tutto festa come dicono (si studia abbastanza, ma ne è valsa ugualmente la pena). Questo viaggio finisce qua,ma non lo dimenticherò mai.
Grazie anche al giornale per darmi la opportunità di descrivere e raccomandare l’Erasmus a tutti gli studenti universitari.
“CIAO PERUGIA, CI VEDREMO PRESTO PERCHÉ UNA PARTE DEL MIO CUORE RIMARRÀ SEMPRE CON TE.”

albaalonso3

albaalonso2


Alba Alonso Isabel

Descrizione non presente.