I sei tipi umani di Jodel2 min read

Micaela Chiagano | 09-12-2017 | Attualità - Locale - Nazionale - Tipi Umani - UNIVERSITÀ

immagine I sei tipi umani di Jodel2 min read

 

Una specie di pagina spotted formato app in cui potersi esprimere liberamente ed in totale anonimato. Parliamo di “Jodel”, un nuovo social network completamente dedicato agli universitari il cui scopo sembra proprio quello di raccogliere ogni sorta di pensiero senza il dramma di doversene accollare la paternità.
Un campionario umano vastissimo, in cui svettano delle personalità più che singolari… Quali? Leggete un po’ qui.

#1 QUELLO CHE L’HA PRESO SERIAMENTE:
Tra una richiesta di “uscita-tette” e la foto di un gatto, emerge impavido lui, il nostro numero 1. Eccolo lì che chiede, ammantato da un’aura di imbarazzante ingenuità, a che ora è stata spostata la lezione di economia aziendale del mercoledì, incassando la terza dose di indifferenza della giornata dopo quella del professore e della segreteria. Spesso coincide col numero 4.

#2 IL NONSENSE:
Scrive pensieri completamente sconnessi, non fanno ridere, non fanno piangere, non fanno riflettere. In sostanza non fanno. Convinti di aver partorito una genialata si lasciano alle spalle invece una serie di dubbi del tipo “ma cosa avrà voluto dire?”, “era una critica al capitalismo?” , “ma chi è sto cretino?” Rappresenta il 48% degli utenti, giusto a titolo informativo.

#3 IL POETA:
Posta la foto di un tramonto bellissimo, scattata dal suo terrazzino in via Settevalli, con una poesia a margine sulla bellezza della natura che si interseca con sentieri asfaltati e lucciole rifulgenti, sorvolando elegante sull’interrogativo “ma di quali lucciole sta parlando?” Ovviamente viene ignorato da tutti tranne che dal numero 1 che imperterrito gli chiede “ma allora mercoledì? Ne sai qualcosa?”

#4 LA MATRICOLA:
Questa categoria si divide in due ampi sottogruppi: gli invasati e gli sfasati. Gli invasati sono quelli che godono ancora del privilegio dell’euforia da sniffata di primo mese universitario: è tutto bellissimo, tutto divertentissimo, tutto ricco di spunti. Sono organizzatissimi, sudano entusiasmo e voglia di laurea. Tenerezza.
Gli sfasati, invece, sono quelli che alla laurea ci hanno già rinunciato. I novelli disillusi alla ricerca di un divertimento ottudente, plasmati da una società sorda dinanzi alle istanze di questa gioventù sempre più sola e dimenticata da tutt-… ma quindi Mercoledì Rock stasera, vero?

#5 QUELLA CHE L’HA SCAMBIATO PER INSEGRETO:
Mi sono innamorata del mio migliore amico/cane/gatto/Fiat Panda ma non so come dirglielo quindi lascio il mio sentimento puro e casto alla mercé di una banda di sconosciuti con la profondità di animo di una vasca da bagno per nani, nella speranza di cavare fuori qualcosa di lontanamente somigliante ad un consiglio. Non lo trovate… bizzarro?

#6 L’IMMANCABILE PERVERTITO/A:
Tra un “escileeee!!!1!” ed un “che sapore ha lo sperma?”, seguiti da “ora esco il mio pitone” il nostro catalogo di singolarità umane (e non) si completa in grande stile.
Li eviti, li ignori, passi avanti. Tanto te li ritrovi comunque in giro, ahimè.


Micaela Chiagano

Micaela Chiagano

Inizia come collaboratrice con la rubrica “Tipi Umani” e diventa co-caporedattrice nel Gennaio 2017. Originaria di Eboli, oltre a condividere la terra natia con Cristo, studia Medicina ed è appassionata di letteratura e disegno.