Festival della Salute, per un’Università promotrice di Salute

Giulia Galdelli e Riccardo Casadei | 02-04-2017 | Attualità - Locale - UNIVERSITÀ

immagine Festival della Salute, per un’Università promotrice di Salute

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, “L’’Università promotrice di Salute” è un agente, che funge sia da veicolo che da piattaforma di trasformazione della salute in relazione alla sostenibilità delle società attuali e future. Ponendosi come promotrice di un rinnovato concetto di salute, che ne determini una trasformazione nella sostanza, essa al contempo rafforza le comunità e contribuisce al benessere delle persone, dei luoghi e del pianeta. In altre parole, si può intendere come uno spazio di Istruzione Superiore nel quale gli studenti in particolare, ma anche i docenti e lo staff amministrativo, possano sperimentare processi di empowerment, accrescere le proprie competenze e trarre una maggiore consapevolezza della propria salute e dunque un maggior controllo sulla stessa.
L’Università degli Studi di Perugia, i suoi studenti e i suoi docenti sono giornalmente impegnati in progetti di promozione e tutela della salute, dedicati alla comunità universitaria ma anche costruiti con e per la comunità locale, interfacciandosi con le realtà più disparate, in un processo di integrazione e crescita ancora in atto.
Il Festival della Salute, in programma il 4 e 5 aprile, ha come scopo primo quello di divulgare questi progetti agli studenti, alla comunità universitaria e agli abitanti della città e, attraverso la collaborazione di tutti, pianificarne e implementarne di nuovi, con l’intento di creare una vasta rete di dialogo, una grande e complessa condivisione concettuale e fattuale tra le Università promotrici di Salute.
L’iniziativa avrà inizio il 4 aprile alle 9:30, presso i locali del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, dove discuteremo di alimentazione, ma anche di progetti di partecipazione comunitaria e sostenibilità. Alle 12:30 ci sposteremo con mezzi pubblici e biciclette verso la Scuola di Medicina e Chirurgia, dove alle 15:00 discuteremo di Salutogenesi, Prevenzione e salute sessuale.
Nella serata del 4, invece, è previsto un “piedibus della Salute”, in partenza alle ore 20:45 da Piazza Monteluce, che condurrà i partecipanti verso il locale “Balù”, situo in Via Cartolari, dove è prevista una festa danzante come conclusione della prima giornata del Festival.
Daremo principio alla seconda giornata, mercoledì 5, con una conferenza in cui i relatori, provenienti anche dalle Università di Porto Rico e Leuven, descriveranno il framework concettuale e le reti internazionali delle Health Promoting Universities e, dopo aver discusso dei progetti attualmente in atto, porremo le fondamenta del nostro progetto che va sotto il nome appunto di “Università degli Studi di Perugia, Università promotrice di Salute”.
Vi aspettiamo quindi al Festival, che diverrà nostro quanto vostro, invitandovi a prendere la vostra bicicletta per seguirci lungo l’itinerario appena tracciato e fatto di nuovi sentieri di salute e sostenibilità.

Riportiamo qui il programma più dettagliato delle due giornate.

Martedì 4 aprile:

    • Alle 9:30 ci incontreremo presso le strutture del Dipartimento di Agraria. Poiché chi ben comincia è a metà dell’opera, ci attenderà una prima colazione presso il bar della facoltà con cappuccino e cornetto al prezzo ridotto di 1,60€.

A seguire, il tema cardine sarà appunto l’alimentazione. Ci si raccoglierà intorno ad un tavolo di lavoro su “Alimentazione, partecipazione della comunità locale e sostenibilità”. All’interno di esso, si inserirà la presentazione dei progetti del gruppo International Association of Agricutlural Students (IAAS sede di Perugia) e del prof. David Grohmann in collaborazione con le associazioni di cittadini. Si discuterà di attivazione comunitaria, relazione Università-Comunità, Sostenibilità-Alimentazione, in un tavolo aperto e tutto da riempire.

    • Alle ore 12:30 ci trasferiremo con biciclette e mezzi pubblici presso il polo di Medicina & Chirurgia e pranzeremo alle ore 14:00 alla mensa lì ubicata convenzionata con AdiSu.
    • Alle ore 15:00, presso l’aula 6, al piano -2 dell’edificio B della Scuola interdipartimentale di Medicina, si terrà una breve presentazione dei progetti esistenti: i progetti del Segretariato Italiano Studenti in Medicina (SISM, sede di Perugia), del gruppo Teatro e Salute e dell’Omphalos LBGTI LIFE Perugia, nonché del gruppo ASC, Anche Senza Camice.

Seguirà un secondo tavolo di lavoro in merito a Salutogenesi e Prevenzione, in relazione ad un tema quanto mai bistrattato, ossia la salute sessuale.

    • Alle ore 17:30 è prevista la fine dei lavori.
    • Dopo questa densa giornata, alle ore 20:45, partirà il ‘Piedibus della Salute’ che da piazza Monteluce ci condurrà fino al ‘Balù’, locale situo in Via Cartolari 26, dove è prevista una festa danzante quale conclusione della prima giornata del Festival; potremo ascoltare un concertino e discutere in maniera informale di fronte ad un buon bicchiere.

Mercoledì 5 aprile:

    • Alle ore 10:00, si terrà una Conferenza ‘L’Università che promuove la Salute’ presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia.

Interverranno Chiar.mo Prof. Franco Moriconi, Magnifico Rettore l’Università degli Studi di Perugia; l’Assessore Regione Umbria alle Risorse umane e organizzazione dell’Ente allo studio Antonio Bartolini; il Prof. Franco Baldelli, Delegato per i rapporti con istituzioni pubbliche e private e relative convenzioni; Prof. Giuseppe Masanotti, Coordinatore CeSPES.

    • Alle ore 10:30 circa, sarà la volta del Prof. Hiram Arroyo, Docente di Promozione della Salute Università di Porto Rico, nonché coordinatore della Rete Ibero-Americana delle Università promotrici di Salute, presentandoci quel progetto che va sotto il nome di “The vision of Health Promoting Universities, and international networks”.
    • Alle ore 11:00, interverrà la Dott.ssa Monica del LosAngeles Suarez Reyes, docente di Promozione della Salute Università di Lueven. Ci presenterà “The experiences of Health Promoting Universities”.
    • A seguire, ore 11:40, avremo il Dott. Riccardo Casadei, docente di Promozione della Salute a Perugia, che ci descriverà l’idea cardine del Festival: “La Promozione della Salute nell’Ateneo di Perugia: il processo che porta all’Università promotrice di Salute”.
    • Dopo una piccola pausa, riprenderà la Conferenza con la Prof.ssa Gabriella Angeletti, già Professore Associato e Docente di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, Università degli Studi di Perugia. Il suo intervento verterà su “Prevenzione andrologica nei giovani universitari”.
    • Farà seguito la Prof.ssa Alba Giovanna Naccari, Docente di Pedagogia, Università degli Studi di Perugia e Università di Roma Foro Italico, nonché Presidente Associazione Eurinome. Ci introdurrà al cosiddetto “Laboratorio permanente di ricerca espressiva”.
    • Dopo gli interventi dei docenti e delle personalità di spicco in merito a Promozione della Salute, respireremo una ventata di gioventù: Martina Domina (Presidente Consiglio degli Studenti Università degli Studi di Perugia) e Elena Rondini (Coordinatrice gruppo Anche Senza Camice) ci parleranno dei progetti che gli studenti, insieme all’Ateneo, stanno portando avanti su questo fronte, al fine di dar forma a quella che chiameremo l’Università che promuove la Salute.
    • Alle ore 13:00 circa, il Dott. Vincenzo Piro, Dirigente Area Risorse Ambientali – Smart City e Innovazione, Comune di Perugia ci esporrà i progetti di mobilità alternativa e raccolta differenziata che il Comune di Perugia, insieme all’Università e agli studenti, sta cercando di concretizzare.
    • Infine, alle 13:15, Prof. Federico Rossi, Delegato del Rettore per i servizi agli studenti, farà un resoconto del lavoro che l’Ateneo sta compiendo nell’ottica di una vera Università che promuove la salute; cosa si è fatto e cosa si potrà fare.

Dopo il pranzo, che consumeremo tutti insieme alla mensa universitaria centrale, ci sposteremo presso il 110 Cafè alle ore 15:30, dove tireremo le fila delle due giornate, con la presentazione di veri e propri progetti da realizzare, aprendo i lavori con l’Intervento del Prof. Luca Ferrucci, amministratore straordinario AdiSu.

Il Festival cui parteciperete sarà solo il preambolo, la preparazione, la spinta energetica per costruire il prossimo Festival, per pensare a tutte le attività da svolgere durante l’anno che verrà, per unire i mattoni di questa enorme casa che si chiama Università che promuove la Salute, nella quale regna l’interdisciplinarità, la condivisione, la dinamicità, l’ideazione e l’azione quotidiana, tesa a farci divenire attori e ideatori della propria crescita intellettuale e comunitaria.
Le parole che guideranno il vostro e nostro impegno saranno: Ambiente, Comunità, Economia, Salute.

Per la realizzazione di tutto ciò si ringrazia il Consiglio degli Studenti dell’Università degli Studi di Perugia con la collaborazione di:
Regione Umbria, Comune di Perugia, Usl 1 Umbria. Centro Formazione, BALU’, SISM Perugia, IAAS Perugia, PIEDIbus, Omphalos LGBTI, FIAB Perugia Pedala, Anche senza camice, SinistraUniversitaria – UdU Perugia – Amici Adisu Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l’Educazione Sanitaria

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppTelegramPocket

Giulia Galdelli e Riccardo Casadei

Descrizione non presente.