Da oggi in via Goldoni aula studio ma non solo: centro di socialità e sinergie4 min read

Riccardo Rinalducci | 29-09-2017 | UNIVERSITÀ

immagine Da oggi in via Goldoni aula studio ma non solo: centro di socialità e sinergie4 min read

Un nuovo spazio per le studentesse e gli studenti di Perugia: parliamo dell’aula studio CULT – Community Hub aperta stamattina in via Goldoni 2. L’investimento della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e il coordinamento della cooperativa BorgoRete hanno trovato nei locali messi a disposizione dal Comune in accordo con i due Atenei cittadini una formula avvincente per far nascere un luogo innovativo da mille potenzialità, in un posto caratteristico e completamente ristrutturato. Approfondiamone alcuni aspetti.

Aula studio – Prosegue la politica di aule studio diffuse dell’Università degli Studi di Perugia, con i luoghi dello Studium a presidi di sicurezza e socialità, aggiungendo un pezzo alla lista dei luoghi aperti negli ultimi anni. Dopo la Ceccherelli in via Elce di Sotto, la san Fiorenzo in via della Viola, l’Urban Center a Sant’Ercolano, quelle di Medicina, piazza Università e Monteluce, quella in via Goldoni è un’altra aula con accesso regolato tramite Qr Code. Aperta dalle 8 alle 4, dispone di connessione Wi-Fi e ha la zona studio al piano d’accesso, attrezzata anche per ospitare studenti disabili. La disponibilità di 25 posti, non proprio il massimo della capienza, è giustificata dalle caratteristiche di CULT che vedremo di seguito, oltre che dalla sempre crescente scelta di spazi adibiti allo studio adiacenti (dalle altre aule studio, ai Dipartimenti UniPG nei paraggi, a quelli UniStra).

Fonte foto: pagina Facebook CULT – Perugia Community Hub

Bar – CULT avrà un bar al suo interno, disponibile per tutti gli studenti per brevi pause durante le sessioni di studio più impegnative, ma anche per chi volesse prendersi un caffè in un luogo comodo e accogliente, senza disturbare i fruitori dello spazio. In contemporanea con la Notte dei Ricercatori, stasera il bar resterà eccezionalmente aperto fino alle 23.

Cucina autogestita – Fra le grandi peculiarità dell’aula studio di via Goldoni la cucina autogestita è un’opportunità finora mai sperimentata e di grande fascino. Concedere la possibilità di utilizzo a singoli o gruppi di studenti della cucina rappresenta un ulteriore tassello per la completezza di fruizione di uno spazio studiato per sviluppare una cittadinanza studentesca diffusa che le Università del territorio si augurano veder rafforzato nel tempo, e che gli studenti auspicano per un sistema integrato città-università su loro misura.

Fonte foto: pagina Facebook CULT – Perugia Community Hub

Spazio co-working – Ma l’aspetto che forse cattura più attenzioni è il secondo piano della struttura, dove è ospitata l’area co-working: spazio per convogliare esperienze e sinergie per la realizzazione di progetti e la nascita di nuove idee. Le parole d’ordine di CULT, non a caso, sono: Connect – socialità e incontro, Learn – formazione e apprendimento, Share – lavoro e impresa. Si legge nei pannelli all’interno – la logica della community hub si basa sul riconoscimento del territorio, sia a livello estetico che dal punto di vista culturale, economico e sociale. Obiettivo di CULT è interagire e collaborare per restituire saperi e cultura alla comunità cittadina, cercando riconducibilità in parole come rigenerazione, integrazione, innovazione ed internazionalizzazione. Così l’aula studio vuole aprirsi alla città, potrà ospitare meeting, iniziative di associazioni e studenti, workshop, spunti per l’autoimprenditoria giovanile, gruppi d’acquisto e mercato eco-solidale: un luogo di incontro nuovo e adattabile a ogni esigenza che vuole proporsi come centro culturale, ricreativo, aperto e inclusivo. Davvero una buona notizia per Perugia, le sue Università e la sua popolazione studentesca.

Abbiamo chiesto di CULT a Martina Domina, presidente del Consiglio degli Studenti UniPG: siamo contenti di questa nuova inaugurazione, che prosegue un percorso avviato dall’Università per radicarsi nel territorio in maniera diffusa. Questo ci piace, da tempo gli studenti chiedono spazi che non siano di mero e individuale isolamento, ma centri in cui coniugare studio e aggregazione, perciò accogliamo con grande soddisfazione questo nuovo laboratorio di idee e progetti, e ci auguriamo che tutti ne approfittino per una personale esperienza universitaria ancora più totalizzante ed entusiasmante. Ad maiora!

Info utili:
Dove? In via Goldoni 2, a fianco dell’Università per Stranieri in piazza Fortebraccio, sotto viale Battisti e sopra via Pascoli;
Accesso aula studio tramite Qr Code (app su smartphone Unipass, puoi anche scaricare il tuo codice da pc e stamparlo);
Orari aula studio: dalle 08.00 alle 04.00 no-stop.

Il tavolo della conferenza d’inaugurazione, 29 settembre 2017

Hanno partecipato alla conferenza stampa di inaugurazione: il Rettore UniPG Franco Moriconi, il Delegato del Rettore ai Servizi per gli Studenti prof. Federico Rossi, l’assessore al marketing territoriale del Comune di Perugia Michele Fioroni, il Presidente e Coordinatore area giovani di BorgoRete Carlo Alberto Rossetti e Massimo Calesini.

Hanno contribuito alla nascita di CULT – Community Hub: Università degli Studi di Perugia, Università per Stranieri di Perugia, Cooperativa BorgoRete, Comune di Perugia, Enel Cuore, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Consorzio ABN Network, Associazione ON, Cooperativa PuntoDock, Associazione Luoghi Comuni, Associazione Officina Natura, Associazione Soul Food, Associazione DIKE, Cooperativa Maraviglia, Radio Bombay, Promo Studio, Box 313.


Riccardo Rinalducci

Riccardo Rinalducci

Studente di Scienze della Comunicazione all'Università di Perugia, entra in redazione nel 2017 come vicedirettore. Appassionato di calcio e tifoso del Grifo, si interessa di musica e cinema italiani - più sono d'autore e noiosi, meglio è. Ama viaggiare e discutere di attualità e politica, più volentieri davanti a una birra che a un touch-screen.