CENTRO ITALIA, NOVE MESI DOPO SI PARLA DI MICROZONAZIONE SISMICA1 min read

Fabio Calcioli | 25-05-2017 | Attualità - Nazionale

immagine CENTRO ITALIA, NOVE MESI DOPO SI PARLA DI MICROZONAZIONE SISMICA1 min read

Torno a scrivere su queste colonne a nove mesi di distanza dalla prima violenta scossa di terremoto che ha devastato e colpito al cuore il Centro Italia. Finalmente l’ordinanza numero 24 del commissario straordinario alla ricostruzione Vasco Errani parla di assegnazione di fondi per gli studi di microzonazione sismica di III livello ai Comuni interessati dagli eventi sismici a far data dal 24 agosto 2016. I limiti temporali sono di 30 giorni per l’affidamento degli incarichi ai professionisti da parte dei Comuni e di 150 giorni successivi per completare gli studi di microzonazione sismica. Dal punto di vista giudiziario è in fase di conclusione l’indagine relativa al crollo del campanile della chiesa di San Francesco ad Accumoli, che ha provocato la morte dell’intera famiglia Tuccio. Ad oggi risulterebbero indagate 7 persone, tra cui il sindaco del comune laziale Stefano Petrucci ed altri 6 tra professionisti vari. Il motivo principale delle imputazioni riguarda l’esigua spesa per la messa in sicurezza dell’immobile già danneggiato dai precedenti sciami sismici che hanno interessato il territorio. E’ stata contestata anche l’eccessiva fretta di consegnare i lavori di adeguamento da parte della Diocesi di Rieti, proprietaria del campanile. Per quanto riguarda il fronte casette nel territorio amatriciano sono state assegnate 62 casette per il capoluogo nelle aree Anpas e Trentino. Un segnale di ripresa sociale è dato dal poter organizzare per domenica 28 maggio la festa della Madonna di Filetta, patrona di Amatrice e di tutta la Conca Amatriciana. A breve termineranno i lavori anche per le aree commerciali di Amatrice ed Accumoli. Sul versante marchigiano sono stati inaugurati i lavori per la nuova scuola di Arquata del Tronto e sempre nel comune marchigiano, a breve verranno consegnate 26 casette agli abitanti di Pescara del Tronto.


Fabio Calcioli

Descrizione non presente.