CENTRO ITALIA, 4 MESI DOPO ARRIVANO I PRIMI SAE2 min read

Fabio Calcioli | 24-12-2016 | Attualità - Nazionale

immagine CENTRO ITALIA, 4 MESI DOPO ARRIVANO I PRIMI SAE2 min read

immagine ripresa da www.umbriaon.it

Riprendo la mia trattazione della ricostruzione nei Comuni colpiti dagli eventi sismici di questi ultimi mesi con un ringraziamento all’ex premier Matteo Renzi per aver tenuto alta l’attenzione sul terremoto anche durante il passaggio della campanella con il suo successore Paolo Gentiloni: oltre al rito della campanella Renzi ha donato anche una felpa di colore blu con una scritta rossa “Amatrice”. Il rosso e il blu sono appunto i colori dello stemma del Comune di Amatrice. Il nuovo premier Gentiloni verrà in visita ad Amatrice sabato 24 dicembre, a 4 mesi esatti di distanza da quella maledetta notte. Un’altra notizia di rilievo è che a giorni verranno consegnate le prime 25 casette nel villaggio chiamato “Amatrice 0”, situato nel luogo dove sorgeva il Campo Lazio ad Amatrice. Sono 19 case da 40 mq, 5 da 60 mq e 1 da 80mq. Il criterio di assegnazione è molto semplice: sorteggio previa presentazione di domanda di ammissione allo stesso. Avranno priorità i nuclei familiari al cui interno vi sono persone con invalidità al 100% e con ultrasettantacinquenni con invalidità al 75%. Si procede in maniera alacre alla costruzione di altre aree entro la scadenza fissata dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, ossia Pasqua 2017. Le aree SAE nel territorio amatriciano saranno in tutto 28. Sempre in questi giorni verrà inaugurata la mensa scolastica situata nell’area food, dove saranno sistemate nei prossimi mesi tutte le attività ristorative che il sisma ha distrutto. Tutta l’area sarà impiantata anche grazie al contributo di La 7 e RCS- Corriere della Sera, che hanno voluto investire in questo progetto. Un’altra iniziativa molto apprezzata è stata l’installazione di tre alberi di Natale nelle tre mense per la popolazione, ossia ad Amatrice, Sommati e Torrita. In questo mese il Parlamento ha approvato il decreto terremoto con i fondi necessari alla ricostruzione. A tal proposito è uscita un’ordinanza del commissario straordinario Vasco Errani inerente i passaggi da compiersi per la ricostruzione breve, ossia per quei fabbricati che hanno avuto lievi danni. Con questo auguro buone feste a tutti i lettori de La Locomotiva ringraziandoli per la pazienza con cui hanno seguito questi brevi reportage in questi mesi e dando loro appuntamento nel 2017.


Fabio Calcioli

Descrizione non presente.