CDS FAST & FURIOS4 min read

Riccardo Colangeli e Cecilia Ferretti | 12-04-2017 | Politica universitaria - UNIVERSITÀ

immagine CDS FAST & FURIOS4 min read

Breve, rapido e indolore. Così è stato il Consiglio degli Studenti di lunedì 10 aprile e così ci auguriamo sia anche il nostro resoconto.

Sulla scia della precedente e tutt’altro che tranquilla seduta, che aveva visto i consiglieri impegnati nella discussione del nuovo Regolamento in Materia di Contribuzione Studentesca (http://lalocomotivaonline.com/?p=1822) i consiglieri del gruppo UdU hanno presentato una mozione richiedente un tavolo tecnico per istituire un dialogo tra rappresentanza studentesca e Università al fine apportare auspicabili modifiche al suddetto regolamento, che va a normare la tassazione annuale. Nonostante l’acceso dibattito pregresso, anche gli altri gruppi consiliari hanno manifestato il loro interesse e assenso alla richiesta del tavolo tecnico.
Il gruppo UdU ha presentato altre due mozioni in occasione di questo consiglio, che hanno nuovamente trovato concordi tutti i consiglieri e che sono dunque state approvate all’unanimità.
La prima, presentata dal Capogruppo Orfei (UdU), richiede all’Ateneo lo stanziamento di nuovi fondi per il bando 150 ore destinato agli studenti al primo anno di corso di laurea magistrale, senza sottrarre risorse alla gara già attiva. Gli universitari della categoria citata sono stati finora esclusi dalla partecipazione al concorso per la difficoltà di individuazione del criterio di merito e rimediare a questa ingiustizia è stata premura dei consiglieri UdU fin dall’inizio del mandato corrente. Finalmente dall’anno accademico 2017/2018 gli studenti del primo anno di magistrale potranno partecipare alla collaborazione a tempo parziale e se la mozione avrà attuazione, questo non intaccherà le economie riservate agli studenti degli altri corsi di studio.
La seconda richiesta è invece riguardante l’attivazione di nuovi punti vendita dei biglietti multi viaggio ‘’UP’’ a tariffa agevolata presso il polo di Ingegneria, i Dipartimenti di Scienze agrarie, alimentari ed ambientali, Medicina Veterinaria, Lettere – lingue, letterature e civiltà antiche e moderne e presso le residenze universitarie. Il consigliere Alessandro Marchesi (Student’s Office) ha suggerito di aggiungere alla mozione anche l’estensione dell’orario di vendita del punto già attivo presso il polo di Medicina. L’accesso per tutti gli studenti a questi biglietti è maggiormente importante ora che nella nostra città è attivo tutti i weekend il servizio di mobilità notturna, che consente a giovani di spostarsi liberamente tra i vari quartieri di Perugia anche nelle ore notturne (ve ne abbiamo parlato qui: https://www.facebook.com/lalocomotivaunipg/posts/1513214692022665:0).

cdsff2

I consiglieri di Idee in Movimento hanno a loro volta presentato due note informative al Consiglio, che sono state favorevolmente accolte dagli ospiti della Sala Dessau. Sono stati esposti i disagi che sono ad oggi costretti a subire gli studenti pendolari dell’Alta Valle del Tevere (Città di Castello, Umbertide, San Sepolcro…): per via dei limiti di velocità imposti per legge dovuti alla scarsa sicurezza dei binari è stata soppressa la tratta Città di Castello-Umbertide e sostituita con una linea di autobus mentre il tratto Sansepolcro – Città di Castello è stato rallentato a 40 km/h nel settembre 2015. Inoltre, nel febbraio 2017 è stata chiusa anche la tratta ferroviaria Ponte San Giovanni – S. Anna. Tutto questo comporta ritardi dei mezzi, cambi scomodi e frettolosi, permanenza in treni spesso malandati e viaggi di oltre 2 ore per poche decine di chilometri. Sempre in tema di disservizi sono stati illustrati quelli relativi alle aule studio, come l’assenza di prese della corrente e sedie nella nuovissima aula di Monteluce e le porte spesso aperte nei vari spazi che consentono l’accesso anche a estranei non muniti di QR code, mettendo così a rischio la sicurezza e la quiete dei locali di studio.

In questa seduta ha trovato anche spazio la presentazione di quella che potrebbe essere una splendida opportunità per gli studenti universitari amanti del teatro. Samuele Chiovoloni, ospite del Consiglio, ha parlato di un progetto che sta costruendo assieme ad altri professionisti dei settori più disparati: il collettivo Spazioteatro. L’iniziativa ambisce ad essere un momento e un luogo di ritrovo per gli studenti e per i giovani professionisti che frequentano gli ambienti dell’università, creando una realtà aggregativa che tramite l’attività teatrale possa inserirsi nel complesso e variegato tessuto socio-culturale perugino e impiantarvi percorsi di miglioramento, di valore e di rinnovamento. Ciò che è stato richiesto al Consiglio degli Studenti è una collaborazione nel dialogo con l’istituzione universitaria affinché l’Ateneo metta a disposizione a titolo gratuito degli spazi per lo svolgimento delle attività del collettivo, che in quanto organizzazione libera e volontaria, non ha finanze a disposizione.

Per questo Consiglio degli studenti è tutto, vi aspettiamo al prossimo resoconto, nella speranza che possa essere nuovamente conciso.

P.S. non odiamo realmente il nostro lavoro 😉


Riccardo Colangeli e Cecilia Ferretti

Descrizione non presente.