CDS DI FEBBRAIO DENSO DI LAVORI E NOVITÀ4 min read

Simone Emili | 02-03-2018 | Politica universitaria - UNIVERSITÀ

immagine CDS DI FEBBRAIO DENSO DI LAVORI E NOVITÀ4 min read

Il 20 febbraio si è svolta la terza seduta del Consiglio degli Studenti in Sala Dessau presso il Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia. Dopo le varie comunicazioni da parte del presidente Alessandro Biscarini si è passati alla discussione delle varie – e numerose – mozioni presentate dai gruppi consiliari.

La prima è stata quella presentata dall’UDU riguardo la modifica degli articoli 11 e 22 del Regolamento degli studenti per agevolare il percorso universitario delle studentesse madri. Dopo la presentazione della mozione da parte del capogruppo Francesco Micillo è intervenuta Giuditta Palescandolo, che ha portato la sua esperienza e la voce di chi come lei vive questa condizione, esponendo le difficoltà incontrate nel corso del suo percorso. La mozione è stata approvata all’unanimità. La seconda mozione, legata sempre al delicato tema della genitorialità e sempre presentata dall’UDU prevedeva la richiesta di ampliamento del Residence Chianelli per un asilo nido d’Ateneo per gli studenti genitori, in particolare si è proceduto con la richiesta all’Ateneo sullo stato dei lavori del residence. Idee in movimento e Student’s office hanno proposto di emendare la mozione aggiugendo che la richiesta per l’uso dell’asilo nido anche per gli specializzandi interessati. L’emendamento è stato approvato all’unanimità del Consiglio. La mozione è stata approvata a maggioranza con la sola astensione di Idee in movimento, motivata dal fatto che tale argomento è stato affrontato in un Consiglio Comunale di Perugia su segnalazione del consigliere Tommaso Bori del Partito Democratico.

I lavori sono poi proseguiti con la designazione di Alessandro Iapino (UDU) e di Zannini Leonardo (IdM) al Consiglio del Polo Scientifico-Didattico di Terni e di Mara Muscarà (UDU) e di Luca Tarsi (SO) alla commissione di seggio per le operazioni di voto al Nucleo di Valutazione di Ateneo.

La terza mozione è stata presentata da Student’s Office per la richiesta all’Università di pubblicare nei portali Web di tutti i Dipartimenti le tabelle di conversione dei voti per gli studenti Erasmus outgoing. La mozione è stata ritirata in quanto il gruppo consiliare UDU ha fatto notare come la mozione fosse stata già presentata nello scorso mandato dalla stessa Sinistra Universitaria, e sia quindi già in fase di realizzazione.

Idee in Movimento ha poi presentato due mozioni. La prima riguardava la revisione del regolamento per la conduzione degli spazi di aggregazione e studio. Dopo una lunga discussione, dovuta all’eccessiva generalità del testo, l’UDU ha quindi proposto di creare una commissione per dare delle linee guida al Senato Accademico per la modifica del regolamento. La proposta, accolta favorevolmente sia da Student’s office che da Alleanza Universitaria, ha portato al respingimento della mozione e all’istituzione di una commissione per la revisione del regolamento così composta: Luigi Ricioppo (UDU) Francesco Zucchi (Idee in Movimento) Niccolò Barbini (Student’s office), Michelangelo Cardinaletti ( Caffè Universitario) Riccardo Galdini (AU).

La seconda mozione di Idee in Movimento è stata discussa in due parti. Nella prima si richiedeva la considerazione del voto di lode da parte dei Dipartimenti, ed è stata approvata all’unanimità dal Consiglio. Nel secondo punto invece si chiedeva che il 30 e lode fosse considerato ai fini della media. Mozione su cui si è a lungo dibattuto: il consigliere UDU Andrea Anastasi ha esposto essenzialmente la contrarietà del suo gruppo su due aspetti. Il voto di lode non può essere quantificato oggettivamente, poichè se così fosse cambierebbe la scala numerica della valutazione; inoltre, la lode deve restare una certificazione dell’eccellenza dello studente o studentessa in quella disciplina, non vi è altro metodo per dimostrarla. La mozione è stata respinta a maggioranza in seguito a uno stallo del dibattito in aula.

L’UDU ha poi presentato una mozione riguardante la richiesta di modificare l’articolo 21 del regolamento in materia di contribuzione studentesca, per  ma la mozione è apparsa troppo vaga dal Consiglio, così che il gruppo consiliare ha preferito ritirare la mozione annunciando l’intenzione di ripresentarla con più precisione nel prossimo Consiglio degli Studenti.

Ultime due mozioni, entrambe a firma UDU. La prima per richiedere all’Ateneo di installare erogatori automatizzati e gratuiti di acqua all’interno dei Dipartimenti e la seconda per richiedere la vendita da parte dell’Università di borracce con marchio “Università degli Studi di Perugia” per incentivare alla riduzione degli sprechi di plastica nei luoghi di studio. Entrambe le mozioni sono state apporvate all’unanimità.

Avete letto tutto ciò che è stato discusso in questa lunga seduta del Consiglio, l’appuntamento è per la prossima sempre con la Locomotiva pronta ad aggiornarvi e documentarvi!


Simone Emili

Descrizione non presente.